La Casella

Ambiente e Biodiversità

Ambiente e Biodiversità

Umbria: uno scrigno di biodiversità

Ambiente e biodiversità: La Casella è un punto di partenza per l’ ecoturismo in Umbria . L’ambiente è caratterizzato dalla presenza del torrente Chiani, dal Fosso Migliari da boschi, prati e coltivi e dalla vicinanza dell’Area Naturale Protetta Melonta–Bosco dell’Elmo, 1.268 ettari di colline boscose dalle quali emergono il Monte Peglia e il Monte Melonta.

L’habitat predominante è quello della lecceta, ma sono presenti anche altre specie arboree quali il cerro e il carpino nero, con interessanti presenza di specie arbustive, quali l’erica arborea e il corbezzolo. La lecceta del Bosco dell’Elmo è considerata come una delle foreste più interessanti delle aree protette umbre.

Nelle aree umide sono presenti salice, pioppo e ontano.

Alla scoperta degli habitat

Fiume e torrenti sono un elemento molto importante per la biodiversità di questi ambienti. Essi rappresentano uno spazio con condizioni fisiche e biologiche talmente differenti da quelle dei versanti da determinare la presenza di specie che non si trovano altrove.

Umidità, temperatura, luce, tipo di suolo e presenza più o meno prolungata di acqua sono i parametri ambientali che determinano le condizioni per l’insediamento della vegetazione riparia.

 Essa può essere descritta per fasce parallele che si sviluppano dal centro del Chiani verso l’esterno. Oltre al livello di magra del fiume si possono trovare dapprima erbe annuali e poi perenni: qui il suolo è caratterizzato dalla forte presenza di ghiaia, prima grossolana e poi via via più fine. Passando alle sponde, dove si raggiunge il livello di piena medio, troviamo i salici, che assumono prima un portamento arbustivo e prostrato, poi arboreo, formando saliceti puri e, 

Anche la fauna che si può ritrovare lungo le aste fluviali è spesso molto più ricca di quella riscontrabile nei versanti boscati. Innanzitutto perché ad aggiungere varietà di specie ci pensano i pesci d’acqua dolce, che in questi ambienti completano tutto il loro ciclo vitale.

Anche la presenza di insetti, che prolificano grazie all’umidità o che trovano nell’acqua un ambiente idoneo per la vita delle larve, è molto variegata. Pesci e insetti determinano a loro volta una concentrazione molto interessante di uccelli, specializzati nel nutrirsi degli uni o degli altri. Le rive del Chiani sono poi aree privilegiate anche per i mammiferi, che trovano luoghi per abbeverarsi, ma spesso anche zone di rifugio e alimentazione.

Questi corsi d’acqua, a causa delle piene ma anche per la lontananza dalle attività antropiche, conservano solitamente grandi quantità di legno morto, sottoforma di tronchi in piedi, a terra o rami spezzati. Questo elemento è molto importante per la biodiversità, poiché moltissimi insetti, alcuni dei quali rari e a rischio d’estinzione, si nutrono proprio di legno, che contribuiscono a decomporre.

 

La Natura alla Casella

Avventura e natura: escursioni e passeggiate a cavallo

La fauna del territorio

Il bosco consente la presenza di svariati mammiferi quali: la martora, la nottola di Leisler, un piccolo pipistrello, l’istrice e il gatto selvatico. Il Bosco frequentato anche dalla puzzola, dalla rara lepre italica, da cinghiali, caprioli e daini che rappresentano le prede naturali del lupo.

Fra gli uccelli si segnala la presenza del picchio verde, mentre la presenza dei rapaci è garantita da numerose specie: falco pecchiaiolo, nibbio bruno, biancone, sparviero, astore, poiana, gheppio, lodolaio, falco pellegrino e, tra i notturni, gufo reale, barbagianni, assiolo, allocco e civetta.

Gli ambienti di acqua dolce vedono la presenza del gambero di fiume, della salamandra pezzata, del tritone crestato italiano, della salamandrina dagli occhiali e della rana appenninica.

L’ambiente fluviale è quanto mai ricco di ittiofauna autoctona: vairone, trota fario e ghiozzo di ruscello, ma anche carpe e pesci gatto. Nell’area protetta si ritrovano anche specie endemiche tipiche dell’Italia centrale quale rovella, barbo tiberino e cavedano etrusco.